Primo Piano

HOME RESTAURANT, FIPE: “BASTA FAKE NEWS, PER APRIRLI SERVE LA SCIA. MA IL MISE ORA DEVE FARE CHIAREZZA A TUTELA DEI CONSUMATORI”

“Chi intende aprire un’attività di home restaurant ha l’obbligo di presentare una Scia in Comune o di ottenere un’esplicita autorizzazione nel caso in cui voglia farlo in un’area tutelata. Questo è ciò che prevede il Ministero dello Sviluppo Economico ormai dal 2015 e chi dice il contrario dice una fake news. Il fatto che un giudice di pace di San Miniato nel luglio scorso si sia espresso in maniera opposta dimostra soltanto che la normativa si presta a interpretazioni diverse.

Il Mise ha dunque il dovere di fare chiarezza una volta per tutte: non è possibile che migliaia di imprenditori della ristorazione non sappiano se chiunque può svegliarsi un mattino e fare loro concorrenza senza nemmeno dover dichiarare l’apertura dell’attività”. Così Roberto Calugi, Direttore Generale di Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

Ti potrebbe anche interessare

Occorre un confronto con le istituzioni locali per dare impulso alla ripresa delle nostre imprese.

calcentrale

Il saluto di Confcommercio Crotone al nuovo Questore Marco Giambra

calcentrale

Incontro formativo Confcommercio Vibo- BCC

calcentrale

Trame Festival

calcentrale

Legge 181/89. Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato per le attività imprenditoriali nelle aree di crisi industriale non complessa della Calabria.

calcentrale

Confcommercio Crotone presenta l’iniziativa a sostegno della Mensa dei poveri di Crotone

calcentrale

Lascia un Commento