Comunicati Stampa Crotone Primo Piano

Impianto eolico galleggiante – Luca Manica (Sib Confcommercio Crotone): dopo l’incontro con la società Minervia Energia ancora dubbi e perplessità.

Luca Manica, Presidente del Sindacato Italiano Balneari di Confcommercio Crotone, ha partecipato, martedì 8 febbraio, ad una riunione preliminare (online), organizzata dalla Minervia Energia, per approfondire, insieme ad alcuni attori istituzionali del territorio di Isola Capo Rizzuto, i dettagli del progetto per la realizzazione di un impianto eolico offshore, di tipo galleggiante, che, ricordiamo, prevede l’installazione di una serie di turbine eoliche lungo l’area marittima che interessa i comuni di Isola Capo Rizzuto, Cutro, oltre ad una serie di comuni della provincia di Catanzaro.

Luca Manica, che fin dall’inizio ha seguito con attenzione la vicenda, dopo aver ascoltato gli interventi dei tecnici della Minervia Energia, ha approfittato di questo momento di confronto per evidenziare una serie di osservazioni riguardo alcune lacune riscontrate nell’idea progettuale prospettata.

Purtroppo – dichiara Luca Manica – le risposte ottenute durante l’incontro, rispetto alle eccezioni sollevate, non sono state esaustive e sufficienti per rimuovere tutti i dubbi e le perplessità riguardo il rischio che un tale impianto possa pregiudicare, per i prossimi decenni, la bellezza naturalistica dello specchio di mare interessato e compromettere, di conseguenza, l’identità e la vocazione turistica dei nostri territori. Allo stesso tempo non si prospettano positive ricadute, anche a carattere puramente economico, che possano giustificare l’opportunità di un simile intervento. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che anche il Comune di Isola Capo Rizzuto ha manifestato la propria contrarietà al parco eolico in questione.

Nella prospettiva di uno sviluppo di tutto il settore turistico della provincia – continua Luca Manica – appare opportuno ed urgente, analizzare, approfondire ed ottenere ragguagli tecnici sul progetto, al fine di essere messi nelle condizioni di poter giungere ad una decisione consapevole e, soprattutto, condivisa.

A tal proposito – conclude Luca Manica- mi spiace rilevare che riguardo a un tema così importante non ci sia la necessaria coesione e unità di intenti di tutti i singoli attori istituzionali, allo scopo di assumere posizioni univoche e consapevoli.

Mi auguro, pertanto, che gli enti istituzionali interessati si facciano promotori, in tempi ristretti, di una serie di incontri nei quali si possano individuare, condividere ed intraprendere, coinvolgendo anche la Regione Calabria, i percorsi più idonei nell’interesse ambientale ed economico del nostro territorio.

Luca Manica
Presidente provinciale SIB Confcommercio
Area Territoriale di Crotone

Ti potrebbe anche interessare

Nel 2020 il terziario perde il 10% del valore aggiunto a causa del COVID

calcentrale

Corso per la Gestione del Rischio biologico Covid-19

calcentrale

CONFCOMMERCIO E CASSA DEPOSITI E PRESTITI INSIEME PER LE PMI

calcentrale

Nuovo accordo RAI-FIPE – Proroga dei termini canone speciale TV, riservato in via sperimentale agli stabilimenti balneari e a particolari tipologie di pubblici esercizi stagionali

calcentrale

Obblighi informativi erogazioni pubbliche – scadenza 30 giugno

calcentrale

Decreto Covid-ter “Cura Italia”: un punto di partenza, ma non la soluzione

calcentrale

Lascia un Commento