Commercio

Requisiti professionali per attività commerciali e somministrazione

Requisiti professionali per attività commerciali e somministrazione

Attività di commercio di alimentari

Per aprire un esercizio commerciale o in genere per esercitare il commercio nel settore alimentare bisogna possedere uno dei seguenti requisiti professionali:

Aver superato un corso professionale per il commercio di alimentari istituito o riconosciuto dalle Regioni o dalle Province
Avere esercitato in proprio, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, l’attività di vendita all’ingrosso o al dettaglio di prodotti alimentari; o avere prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare, in qualità di dipendente qualificato addetto alla vendita o all’amministrazione o, se trattasi di coniuge o parente o affine entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all’INPS.
I requisiti devono essere posseduti dal titolare dell’impresa individuale o suo delegato o, in caso di società, associazione o organismi collettivi, in capo al legale rappresentante o a loro delegati.

Somministrazione di alimenti e bevande

Per aprire un bar, un ristorante o, in genere, per esercitare un’attività di somministrazione di alimenti e bevande non occorre l’iscrizione al Rec (abolito definitivamente con legge 248/06), ma è richiesto uno dei seguenti requisiti professionali:

Aver frequentato con esito positivo un corso professionale per la somministrazione di alimenti e bevande istituito o riconosciuto dalla Regione Calabria o da un’altra Regione o dalle Province autonome di Trento e Bolzano, ovvero essere in possesso di un diploma di scuola alberghiera o titolo equivalente legalmente riconosciuto
Aver prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti la somministrazione di alimenti e bevande, in qualità di dipendente qualificato addetto alla somministrazione oppure, se trattasi di coniuge, parente o affine entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dall’iscrizione all’INPS;

TITOLI DI STUDIO EQUIPOLLENTI

Di seguito è pubblicato l’elenco dei titoli di studio equipollenti al corso abilitante all’esercizio dell’attività di vendita dei prodotti del settore alimentare e di somministrazione di alimenti e bevande sono esentati dal percorso professionale e dal relativo esame coloro i quali sono in possesso di:

laurea in medicina e veterinaria;
laurea in farmacia;
laurea in scienze dell’alimentazione;
laurea in biologia;
laurea in chimica;
laurea in agraria;
laurea breve o specialistica attinente alla trasformazione dei prodotti alimentari o alla ristorazione;
titoli di istruzione secondaria di secondo grado e di istruzione e formazione professionale relativi a percorsi di durata triennale e di quarto anno, attestati di competenza e di qualifica rilasciati dalle Regioni a conclusione di percorsi di durata non inferiore al biennio, attinenti la conservazione, la trasformazione, la manipolazione e la somministrazione di alimenti e bevande;
abilitazione alla somministrazione di alimenti e bevande a seguito di corsi professionali istituiti o riconosciuti dalle Regioni o dalle Province autonome di Trento e Bolzano;
abilitazione al commercio di prodotti nel settore alimentare a seguito di corsi professionali istituiti o riconosciuti dalle Regioni o dalle Province autonome di Trento e Bolzano.

Ti potrebbe anche interessare

Proroga scadenza Siae

calcentrale

Commercio all’ingrosso alimenti

calcentrale

Aumenta a 15mila euro il limite del contante per operazioni con stranieri

calcentrale

Obbligo di denuncia fiscale per la vendita di alcolici – Circolare esplicativa dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli n. 131411/RU

calcentrale

Lascia un Commento