Comunicati Stampa Crotone

Il mercato dell’immobile al tempo del covi19 (Primo semestre 2020)

Il 09 marzo 2020 ha segnato inesorabilmente la vita di tutti, l’Italia ed il resto dei paesi si sono fermati, 2 mesi chiusi in casa, un lungo periodo di inattività per la maggior parte delle attività con conseguenziale blocco delle produzioni, delle vendite di prodotti e servizi.

Molte le domande ed i dubbi sul mercato immobiliare per cercar di capire le ripercussioni in termini di numeri di compravendite e di prezzi a metro quadro, chiunque ha fatto previsioni, percentuali di perdite, crisi del mattone e calo dei prezzi.

Il 26 gennaio 2021 si è riunito il Comitato Consultivo Tecnico per esaminare le variazioni delle quotazioni  ed i volumi compravenduti nella provincia di Crotone, presenti Dirigente e tecnici dell’Agenzia delle Entrate-Territorio, Presidenti degli ordini professionali e F.I.M.A.A. Confcommercio per gli Agenti Immobiliari.

Dati alle mani ora vediamo cosa è realmente successo nel primo semestre dell’anno 2020.

La provincia di Crotone perde il 22,4% e la città di Crotone registra -22,2%.

In pratica nell’intera provincia, confrontando il primo semestre del 2019 con il primo semestre del 2020 si sono registrati circa 72 compravendite in meno, nella città capoluogo il calo è di 35 compravendite.

Il valore per metro quadro è rimasto pressoché invariato, lievi oscillazioni da non tenerne in considerazioni tali da non dover ritoccare i parametri espressi nelle tabelle di riferimento dell’osservatorio del mercato immobiliare (O.M.I.) dell’Agenzia delle Entrate-Territorio.

Analizziamo i numeri delle macroaree provinciali:

  • Nei comuni di Castelsilano, Cerenzia e Caccuri, macroarea “Acerenthia”        -100%, ci sono state 0 (zero) compravendite nel 2020 contro le 13 del 2019;
  • Isola di capo Rizzuto e Cutro, macroarea “Baia Magnogreca e Pianori di Mezzo” -45,1% con 38 compravendite;
  • Rocca di Neto, Scandale, Casabona e Belvedere Spinello, macroarea “Valle del Neto” esprime solo 9 compravendite quindi -33,3%;
  • Strongoli, Melissa, Cirò, Cirò Marina e Crucoli, macroarea “Cirotano” guadagna un +1,5% con 64 compravendite;
  • Cotronei, Petilia Policastro e Mesoraca, macroarea “Ampollino e Dorsali Tacina e Soleo” fa 36 compravendite, -31,2%;
  • Santa Severina, Roccabernarda e San Mauro Marchesato, macroarea “Valle del Tacina” 4 compravendite, +180%;
  • Savelli, Verzino, Pallagorio, Umbriatico, San Nicola dell’Alto e Carfizzi, macroarea “Vette del Marchesato” 13 compravendite, +160%;
  • Crotone Città, 158 compravendite, -22,2%.

La città, come noto, è divisa in varie zone, si va dalla zona del centro citta, alla zona sud di Farina, alla zona nord di Margherita e così via.

Vediamo il dettaglio per zona con il numero delle compravendite e la quotazione media:

  • il Centro Città perde un bel po’, -20% con 81 compravendite con quotazione media di 1.104,00 €/mq con un calo del -5,2% rispetto alla quotazione del 2019 stesso semestre;
  • Tufolo, Villa Giose e Via G. Paolo II alta -5,1% con 29 compravendite, quotazione media 1.050,00 euro/mq, -2,9%;
  • Farina, 19 compravendite, +11,8%, ci vogliono mediamente 930,00 €/mq, -2,1%;
  • Via per Capocolonna, litorale costiero panoramico, casarossa 5 compravendite, -28,6%, quotazione media 1.442,00 euro per metro quadro, 0%, quotazione invariata;
  • Margherita, Gabella, 14 compravendite, +19%, 867,00 €/mq, quotazione invariata;
  • il resto delle zone esprime compravendite prossime allo zero senza variazioni di quotazioni.

Quindi, alla luce di quanto appena espresso, possiamo affermare con estrema certezza e contezza che il periodo del Lockdown ha fatto sì che il mercato ha avuto un calo notevole dei volumi compravenduti non intaccando il valore degli immobili che sono al minimo storico e che rasentano il costo di costruzione e sono quasi prossimi alle quotazione di alcune macroaree della provincia. Riconferma del centro città quale zona più dinamica nonostante il calo, controtendenza delle zone di Farina e Margherita che registrano il segno positivo probabilmente per la presenza di tipologie di Ville e Villini a Schiera e per via dei prezzi abbastanza accessibili.

                   Salvatore Mazza
Presidente FIMAA Confcommercio Crotone

Ti potrebbe anche interessare

Sicurezza e igiene nei bar: Fipe – Confcommercio, in collaborazione con Codacons e Afidamp, predispone il prontuario per le buone prassi di pulizia

calcentrale

Saldi estivi al via!

calcentrale

Lettera aperta di Federmoda Vibo Valentia al Sindaco Maria Limardo

calcentrale

Il Campionato Italiano Giovani Macellai approda a Crotone

calcentrale

Crotone: “Vetrina in fiore, omaggio a Maria”.

calcentrale

Isola di Capo Rizzuto: nominato coordinatore Pietro Astorino

calcentrale

Lascia un Commento