Primo Piano

Tax credit edicole

Agli esercenti attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici è riconosciuto, per gli anni 2019 e 2020, il tax credit edicole parametrato agli importi pagati dal titolare nell’anno precedente a quello dell’istanza di accesso, con riferimento all’IMU, alla TASI, alla COSAP, alla TARI e alle spese di locazione.

L’importo massimo riconosciuto, per ogni esercente, ammonta a 2.000 euro e può essere utilizzato esclusivamente in compensazione.

Il credito d’imposta spetta:
– agli esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornaliriviste e periodici;
– ai “punti vendita non esclusivi” abilitati alla vendita di quotidiani o periodici a condizione che la predetta attività commerciale rappresenti l’unico punto vendita ala dettaglio di giornali, riviste e periodici nel comune di riferimento.

In cosa consiste il beneficio fiscale

Come previsto dalla legge di Bilancio, il credito d’imposta è parametrato agli importi pagati dal titolare del singolo punto vendita per i locali in cui si esercita la vendita, nell’anno precedente a quello dell’istanza di accesso al credito d’imposta, con riferimento a:

  • imposta municipale unica – IMU;
  • tassa per i servizi indivisibili – TASI;
  • canone per l’occupazione di suolo pubblico – COSAP;
  • tassa sui rifiuti – TARI;
  • spese per locazione, al netto dell’imposta sul valore aggiunto (IVA), a condizione che l’esercente operi come unico punto vendita esclusivo nel territorio comunale.

Ti potrebbe anche interessare

” Legalità mi piace” 2018

calcentrale

Vibo va in fiera …a Natale 2018

calcentrale

SIAE: SCADENZA RINNOVO ABBONAMENTI PER MUSICA D’AMBIENTE

calcentrale

La nuova Imu

calcentrale

Aperte le iscrizioni per il corso di Agente Immobiliare

calcentrale

Fipe Confcommercio Catanzaro incontra una rappresentanza dei ristoratori della Provincia

calcentrale

Lascia un Commento